Area di Cento e Lamborghini

Scopri le bellezze dell'Emilia

Area di Cento e Lamborghini

Choose your language: en

AREA DI CENTO 

L’area centese è una delle più belle del territorio emiliano perché è capace di unire la storia dei motori come la Lamborghini alla tradizione agroalimentare, l’arte e l’architettura medievale e rinascimentale con grandi canali e bellissime foreste.

CENTO

Situata tra Modena, Ferrara e Bologna, Cento è uno dei paesi più caratteristici per la sua offerta artistica e architettonica. Il pittoresco centro storico è la sede del famoso carnevale locale, mentre ovunque opere pittoriche ed insegne ricordano qui nacque nel 1591 uno dei più importanti pittori italiani, Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino. A lui è dedicata la piazza principale della città con il palazzo del governatore e il palazzo comunale e circondata da un porticato seicentesco. Altrettanto caratteristica è la Rocca, voluta dalla diocesi di Bologna e sede del papa Giulio II, nemico della famiglia Borgia. Le robuste torri e la forma quadrilatera dimostrano che la rocca fu pensata sì come residenza, ma anche per difendere la città in caso di invasione, occasione non rara all’epoca, dato che Cento si situava in prossimità delle maggiori città dell’epoca. Infine non possono mancare la visita al Teatro Comunale dalla caratteristica facciata policroma, il monumento al Guercino situato nel giardino antistante la rocca  e alla basilica di San Biagio risalente all’inizio del Quattrocento al cui interno sono custodite preziose tele.

RENAZZO

Non troppo distante si trova la cittadina di Renazzo il cui nome richiama la vicinanza al fiume Reno, caratteristico per la chiesa e per la piazza tipicamente emiliane. Sorto attorno al concetto della partecipanza agraria, ovvero alla condivisione delle terre tra le famiglie del luogo, Renazzo si sviluppò a partire dal Quattrocento attorno alla chiesa di San Sebastiano, riaperta in tutta la sua magnificenza a seguito del restauro post-sisma. Al suo interno sono conservate tra le più famose tele del Guercino, perché fu proprio qui che l’artista centese sviluppò il proprio stile, diventando famoso quanto Michelangelo e Donatello.

PIEVE DI CENTO

Poco distante si trova il caratteristico borgo di Pieve di Cento che conserva ancora oggi i suoi caratteri medievali. Per accedere alla cittadina ancora oggi è necessario passare attraverso le sue antiche porte. All’esterno una grande Rocca proteggeva gli abitanti da attacchi nemici già dal basso medioevo, diventando nel tempo una fortificazione a sé stante e di rilevanza strategica nelle guerre tra le città di Bologna e Ferrara. La cittadina è caratterizzata da lunghe file di portici che accompagnano il visitatore in un borgo dall’atmosfera medievale. Al centro si trovano il Palazzo Municipale e il Teatro Comunale in stile più moderno, mentre la vicina chiesa di Santa Maria Maggiore conserva dipinti di grande valore, tra le quali quelle del Guercino.

VILLA DELLA GIOVANNINA

Nei pressi di Cento si trova un gioiello architettonico ovvero la Villa della Giovannina, voluta da Giovanni II, il signore di Bologna. L’aspetto attuale è quello Ottocentesco e rappresenta una della più belle ville di campagna del nord Italia, mentre al suo interno sono conservate varie opere artistiche tra cui quelle del Guercino.

BOSCO DI PANFILIA E CAVO NAPOLEONICO 

Al di fuori delle cittadine e dei borghi caratteristici dell’area centese, il territorio è caratterizzato da ampi campi coltivati e dalla presenza di grandi canali. Caratteristici con il ponte di Dosso, dal quale si può ammirare la distribuzione idrica del territorio, e il Cavo Napoleonico voluto nel 1807 da Napoleone Bonaparte per congiungere i fiumi Reno e Panaro con il fiume Po, il più importante del nord Italia. In questo territorio caratteristico per la coltivazione è stato conservato nel tempo uno dei più grandi boschi della pianura padana, ovvero il Bosco della Panfilia. Quest’area all’ombra di frassini e pioppi, parte dal Cavo Napoleonico e si estende per 81 ettari, rendendo quel luogo incontaminato e ideale per lunghe passeggiate.

Choose your language: en

Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *